Home Blog News TAR e CDS: CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III – sentenza 14 marzo 2013 n. 1534
󰀄

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III – sentenza 14 marzo 2013 n. 1534

La declaratoria di improcedibilità può essere pronunciata al verificarsi di una situazione di fatto o di diritto nuova, che comunque muta radicalmente la situazione esistente al momento della proposizione del ricorso e che sia tale da rendere certa e definitiva l’inutilità della sentenza, per aver fatto venir meno per il ricorrente o per l’appellante qualsiasi residua utilità della pronuncia sulla domanda azionata, foss’anche soltanto strumentale o morale. Dunque la carenza sopravvenuta va accertata e dichiarata dal Giudice amministrativo e non è nella solitaria determinazione potestativa del ricorrente, spettando al primo indagarne i presupposti con il massimo rigore, e non al secondo a pretenderne la pronuncia, per evitare che la declaratoria d’improcedibilità si risolva in una sostanziale elusione dell’obbligo di pronunciare sulla fondatezza, o meno, della domanda.

󰁓