Home Blog News TAR e CDS: CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V, 15 febbraio 2013, n. 936
󰀄

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V, 15 febbraio 2013, n. 936

Il divieto di cui all’art. 23-bis, c. 9, del d.l. 112/2008 riferito alle affidatarie dirette di servizi pubblici locali si applica anche alle società beneficiarie di affidamenti diretti di servizi strumentali. Si realizza infatti l’obiettivo di impedire che società beneficiarie di affidamenti diretti, e dunque incaricate della gestione di attività idonee a far conseguire maggiori profitti rispetto a quelli ritraibili attraverso un confronto competitivo con altri operatori, possano offrire prezzi maggiormente competitivi nelle procedure di affidamento di ulteriori commesse pubbliche, qualunque attività esse riguardino.

󰁓