Home Blog News TAR e CDS: CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sent. 9 settembre 2013 n. 4471
󰀄

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sent. 9 settembre 2013 n. 4471

Ai sensi del terzo comma dell’art. 30 del d.lgs. 163 del 2006, la scelta del concessionario deve avvenire nel rispetto dei principi di trasparenza, adeguata pubblicità, non discriminazione, parità di trattamento, mutuo riconoscimento e proporzionalità. Sulla base di tali principi generali, è pacifico che la norma richiamata indica nella proporzionalità delle prescrizioni della legge di gara il limite alla richiesta di elementi o documenti ulteriori rispetto a quelli essenziali, e che l’art. 46, evidente e concreta espressione dei principi medesimi, è suscettibile di generale applicazione. I provvedimenti di esclusione da una procedura di gara, anche nel caso di affidamento di una concessione, devono quindi essere fondati – in virtù del fondamentale principio di massima partecipazione alla gara e di proporzionalità – su un’espressa comminatoria di esclusione, la quale deve essere non solo univoca ma anche interpretata nel rispetto dei principi di tipicità e tassatività disposti dall’art. 46 comma 1-bis.

󰁓