Home Blog News TAR e CDS: CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sentenza 14 giugno 2013 n. 3314
󰀄

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sentenza 14 giugno 2013 n. 3314

E’ legittima l’aggiudicazione di una gara ad una impresa la cui offerta risulta complessivamente più onerosa di quella della ricorrente, qualora il criterio di valutazione delle singole prestazioni componenti l’oggetto dell’appalto attribuisca ad esse pesi maggiori o minori in base a fattori ponderali commisurati alla rilevanza delle singole prestazioni rispetto a quella globale. L’aggiudicazione del servizio ad un prezzo complessivamente superiore a quello della seconda in graduatoria non comporta la violazione del criterio di aggiudicazione previsto dall’art. 83 del d.lgs. n. 163/2006 e dalla “lex specialis” e in ogni caso non è possibile impugnare un’offerta “in sé e per sé considerata”, ma solo la clausola del bando che ha consentito che tale offerta potesse essere presentata, ovvero la decisione di ritenere l’offerta ammissibile.

󰁓