Home Blog News TAR e CDS: TAR CAMPANIA – NAPOLI, SEZ. II, 28 giugno 2013, n. 3349
󰀄

TAR CAMPANIA – NAPOLI, SEZ. II, 28 giugno 2013, n. 3349

E’ illegittima l’aggiudicazione definitiva di una gara ad un’impresa qualora il contratto di avvalimento abbia contenuto generico: infatti l’ausiliario deve mettere a disposizione del concorrente e della stazione appaltante non solo il requisito di partecipazione genericamente considerato, ma anche le risorse che assicurino l’effettiva disponibilità di detto requisito e tali risorse (mezzi, personale, organizzazione, conoscenze) devono essere espressamente indicate nel contratto, con la conseguenza che la mera riproduzione, nel testo dei contratti di avvalimento (e nelle relative dichiarazioni unilaterali delle parti interessate), della formula legislativa della messa a disposizione delle “risorse necessarie di cui è carente il concorrente” (o espressioni similari) si rivela, oltre che tautologica (e, come tale, indeterminata per definizione), comunque inidonea a permettere qualsivoglia sindacato, da parte della stazione appaltante, sulla effettività della messa a disposizione dei requisiti richiesti.

󰁓