Home Blog News TAR e CDS: TAR LAZIO – ROMA, SEZ. I bis – sent. 11 settembre 2013 n. 8208
󰀄

TAR LAZIO – ROMA, SEZ. I bis – sent. 11 settembre 2013 n. 8208

Secondo la giurisprudenza costante, in materia di appalti pubblici la condanna dell’Amministrazione al risarcimento del danno non richiede la prova della colpa, avendo l’art. 124 c.p.a. introdotto un’ipotesi di responsabilità oggettiva, in linea con la giurisprudenza europea e, segnatamente, con la sentenza del 30 settembre 2010 (C-314/09), della Terza Sezione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, in cui si è ribadito che la vigente normativa europea che regola le procedure di ricorso in materia di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori, di forniture e di servizi non consente ad una normativa nazionale di subordinare il diritto ad ottenere un risarcimento, a motivo di una violazione della disciplina sugli appalti pubblici da parte di un’Amministrazione aggiudicatrice, al carattere colpevole di tale violazione.

󰁓