Home Blog Osservatorio TAR Liguria: TAR Liguria, Sez. I, sentenza 7 giugno 2019 n. 511 – pubblicata il 07/06/2019
󰀄

TAR Liguria, Sez. I, sentenza 7 giugno 2019 n. 511 – pubblicata il 07/06/2019 – Pres. Daniele, Est. Nasini; Montaldo Engineering S.r.l. (Avv.ti Giovanni Bormioli e Paolo Bormioli) c. Comune di Santa Margherita Ligure (Avv. Corrado Mauceri) + altri.

DIRITTO DI ACCESSO – dati personali consiglieri comunali – “documenti amministrativi” nella disponibilità del Comune – accesso propedeutico alle proprie ragioni in giudizio – accesso indipendente da fondatezza o ammissibilità della domanda giudiziale.

I dati “personali” (residenza e codice fiscale) dei consiglieri comunali hanno natura di “documento amministrativo”, che il Comune può individuare non solo con riguardo alle risultanze dei registri dello stato civile, ma anche di qualsiasi altro atto o documento recante i dati suddetti. Deve pertanto ritenersi illegittimo il diniego opposto dal Comune all’accesso agli atti di carattere interno, meramente riproduttivi di dati e informazioni di pertinenza dei registri di stato civile, compresi i nominativi delle persone ivi censite.

È infondata l’eccezione secondo la quale si tratterebbe di dati non connessi, collegati o funzionali all’esercizio della funzione esercitata dai consiglieri comunali, in quanto, l’interesse all’accesso a tali dati è strumentale all’esercizio del diritto di difesa proprio nei confronti dei soggetti cui detti dati si riferiscono, in considerazione dell’attività da essi svolta nell’esercizio della loro funzione di consigliere comunale. La ridetta istanza è indipendente dalla fondatezza o dalla ammissibilità della pretesa sostanziale che il richiedente – una volta conosciuti gli atti – potrebbe proporre. Infatti, non può essere imposto al richiedente di dare preventivamente inizio a una controversia di merito solo per provocare l’ordine del giudice di esibizione dei documenti ex artt. 210-213 c.p.c.: in questo modo l’azione verrebbe esperita con una finalità esplorativa, rovesciando il rapporto tra la domanda di merito e le istanze istruttorie, e trasformando queste ultime nel vero oggetto della controversia.

(N.M.)

󰁓